--> TORNA ALLA HOMEPAGE
  chi siamo   contatti   corsi informatica   corsi di lingue   siti web   noleggio aule  
 
Il programma della Patente Europea del Computer è sostenuto dalla Unione Europea, che l'ha inserito tra i progetti comunitari diretti a realizzare la Società dell'Informazione. L'ECDL è una iniziativa del CEPIS (Council of European Professional Informatics Societies), l'ente che riunisce le associazioni Europee di Informatica. L'Italia è rappresentata dall'AICA (Associazione Italiana per l'Informatica e il Calcolo Automatico).




Saper usare il computer è ormai un requisito indispensabile per lavorare, si tratti di chi è alla ricerca della prima occupazione o di chi ha il problema di ricollocarsi sul mercato del lavoro. Vale però anche per chi un lavoro ce l'ha, ma desidera migliorare la propria posizione.
Ma che cosa significa realmente saper usare il computer?
Molti hanno una certa conoscenza di questo strumento, ma è loro difficile definire a quale livello. Ritengono di poterlo usare in modo adeguato, ma in effetti non possono provarlo.
Serve quindi uno standard di riferimento che possa essere riconosciuto subito, in modo certo, dovunque.
In sostanza, occorre per il computer qualcosa che equivalga alla patente di guida per l'automobile. Se chiediamo a qualcuno se sa guidare, un semplice "Sì, ho la patente" costituisce una risposta precisa ed esauriente. Significa infatti saper fare tutto ciò che, in qualsiasi Paese, è richiesto per superare il relativo esame.
Questa analogia è resa oggi possibile dall'avvento della European Computer Driving Licence (ECDL), ossia, alla lettera, "Patente europea di guida del computer".
Si tratta di un certificato, riconosciuto a livello internazionale, attestante che chi lo possiede ha l'insieme minimo delle abilità necessarie per poter lavorare col personal computer - in modo autonomo o in rete - nell'ambito di un'azienda, un ente pubblico, uno studio professionale ecc.
In altre parole, questa "patente" definisce senza ambiguità la capacità di una persona di usare il computer, così come quella di guida per quanto riguarda l'uso dell'automobile.
L'ECDL è stata istituita di recente, ma, proprio per le ragioni dette, si sta diffondendo rapidamente in molti Paesi europei.

LE PROVE DI ESAME
Le prove d'esame per la Patente Europea del Computer sono 7:
  1. Concetti base della Tecnologia dell'Informazione [Basic Concepts]
  2. Gestione dei documenti [Files Management]
  3. Elaborazione testi [Word Processing]
  4. Fogli elettronici [Spreadsheets]
  5. Basi di dati [Databases]
  6. Presentazione/Disegno [Presentation/Drawing]
  7. Reti informatiche [Information Networks]

CORSO DI PREPARAZIONE AL CONSEGUIMENTO DELLA PATENTE EUROPEA
Per prepararsi adeguatamente agli esami previsti per il conseguimento della Patente Europea è possibile seguire il corso Master: Office Base in cui è possibile apprendere tutte le conoscenze previste per i sette esami ECDL. I corsi sono comprensivi dei manuali. Per chi ha già delle conoscenze ed ha bisogno di una preparazione solo per alcuni degli esami previsti dalla Patente, è possibile seguire i singoli moduli in base alle proprie necessità. Per durata e importi dei corsi consultare il Listino Corsi. In ogni corso vengono svolti, con la continua assistenza del docente, esercizi pratici e test sugli argomenti previsti dalla Ecdl in modo da poter affrontare gli esami con serenità.

SPENDIBILITA' DELL'ECDL: I RICONOSCIMENTI ISTITUZIONALI
L’ECDL non costituisce titolo legale di studio, né si configura come qualifica professionale: è piuttosto un attestato che certifica il possesso, da parte di chi l’ha conseguito, di determinate competenze informatiche di base, definite in base a uno standard internazionale (il Syllabus). La verifica di queste competenze è effettuata tramite sette esami. L’ECDL può essere paragonata alle certificazioni che attestano le conoscenze linguistiche (ad es. il TOEFL o il Cambridge Certificate per l’Inglese), anch’esse basate su esami, che fanno testo in tale campo in tutto il mondo.
Come per le certificazioni linguistiche, il valore dell’ECDL dipende dall’oggettività con cui è effettuata la verifica delle competenze, più precisamente dall’oggettività della metodologia di erogazione degli esami. AICA, in quanto ente di controllo, super partes, distinto sia dai Test Center sia dai candidati, si fa garante in Italia dell’oggettività degli esami ECDL: per quanto attiene il rispetto delle norme di svolgimento degli esami, mediante frequenti verifiche ispettive (Audit) condotte senza preavviso, a esami in corso e, per quanto riguarda l’uniformità e imparzialità della valutazione degli esami, mediante l’automazione degli esami con il sistema software ALICE. Per queste garanzie di oggettività e per la sua ampia circolarità internazionale, conseguente all’essere uno standard europeo, l’ECDL ha ottenuto in Italia molti riconoscimenti istituzionali, tra i quali ricordiamo i seguenti. Ai fini del punteggio nei Concorsi Pubblici per titoli (o per titoli ed esami), il Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha dato parere positivo circa la possibilità di includere il Certificato ECDL fra i titoli culturali di merito, cioè tra quelli che vengono valutati ai fini del punteggio. La decisione è comunque a discrezione delle singole Commissioni che devono valutare se il livello di conoscenze informatiche richiesto per i profili professionali a concorso coincida con il livello formativo garantito dalla Patente Europea per il Computer.ECDL può quindi essere fatta valere ai fini di avanzamento nella carriera nella pubblica amministrazione, ma anche in tal caso la decisione è lasciata alle singole Amministrazioni.Il 26 febbraio 2001 è stato siglato un protocollo d’intesa fra M.P.I e Ministero del Lavoro e Previdenza Sociale (vedere in proposito la pagina Web http://www.girgenti.it/Normativa/norme2001/convenzioni2001/convminlav.html) che dichiara la volontà di promuovere il riconoscimento delle competenze informatiche certificate secondo lo standard ECDL e di diffondere tale intesa presso tutti i Centri dell’Impiego. Nonostante tale protocollo, il riconoscimento di ECDL è comunque a discrezione dei singoli Uffici del Lavoro, avendo il Ministero delegato alle Regioni e agli Enti Locali i compiti e le funzioni nell’ambito del collocamento e delle politiche del lavoro.Va detto che AICA sta operando attivamente per sensibilizzare le Amministrazioni Regionali e ci auguriamo che, in tempi non troppo lunghi, il riconoscimento di ECDL sia diffuso in modo significativo. Ad oggi sono stati siglati accordi rispettivamente con la Regione Lombardia, la Regione Veneto, la Regione Piemonte, la Regione Toscana, la Regione Sicilia e la Regione Campania in base ai quali la Regione si impegna ad operare per il riconoscimento quale “credito formativo” della patente ECDL ai fini dell’inserimento nei curricula formativi e per l’attivazione delle “passerelle” tra sistema scolastico, sistema della formazione professionale e mondo del lavoro.

L’ECDL RAPPRESENTA UNA QUALIFICA VALIDA PER I CONCORSI PUBBLICI?

L’ECDL è la certificazione di una competenza, importante in molte professioni, ma non è una qualifica professionale e, come tale, non può essere utilizzata – ad esempio – ai fini della legge quadro n. 845 del 21 dicembre 1978.Va comunque detto che ai fini del punteggio nei Concorsi Pubblici per titoli (o per titoli ed esami), il Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha dato parere positivo circa la possibilità di includere il Certificato ECDL fra i titoli culturali di merito.La decisione è comunque a discrezione delle singole Commissioni che devono valutare se il livello di conoscenze informatiche richiesto per i profili professionali a concorso coincida con il livello formativo garantito dalla Patente Europea per il Computer.ECDL può quindi essere fatta valere ai fini dell’avanzamento nella carriera nella pubblica amministrazione ma la decisione è lasciata alle singole amministrazioni.

L’ ECDL È UTILIZZABILE COME CREDITO FORMATIVO? E QUANTO VALE?
L’ECDL è comunemente accettato come credito formativo agli esami di Stato (negli istituti scolastici superiori) e in molte università. Tuttavia, in una situazione di crescente decentramento, in cui ogni singolo Istituto scolastico, ogni singolo Ateneo, ogni singola Regione e ogni singola Provincia (da cui dipendono amministrativamente i Centri per l’Impiego) sono autonomi in materia di crediti formativi, non esiste una situazione omogenea per quanto riguarda i riconoscimenti ed ogni Ente decide in proprio se riconoscere un titolo come credito formativo e che punteggio assegnare.
Per ogni caso specifico la domanda relativa alla validità dell’ECDL come credito formativo e al relativo punteggio assegnato, pertanto, deve essere posta non ad AICA, ma all’Ente presso il quale si intende “spendere” la certificazione ECDL (Core, Advanced, Specialised), sia esso un Istituto scolastico, un’Università, un Centro per l’Impiego o una Commissione di concorso . Agli esami di Stato (ex Diploma di Maturità) la valutazione dei crediti formativi, in termini di punteggio, dipende dal Consiglio di Classe in base anche ai risultati raggiunti dallo studente durante l'anno. In base alla normativa sulle autonomie scolastiche, non esiste alcuna legge che obbliga lo studente delle scuole statali di ogni ordine e grado al conseguimento del Certificato ECDL.A livello universitario, sempre in base alla legge sulla autonomia, ladecisione se e come (cioè con quale punteggio) riconoscere i crediti spetta alle singole Università. In generale ciascuna Università stabilisce il punteggio da assegnare ai vari crediti formativi, e quindi anche alla Patente Europea del Computer, in base alla durata del corso istituzionale previsto per il suo conseguimento.Bisogna tenere presente che alcune Università e alcuni Istituti medi superiori ammettono come credito formativo anche il Certificato ECDL Start, rilasciato a richiesta da AICA al superamento di 4 qualsiasi dei 7 esami previsti. Naturalmente il punteggio assegnato sarà inferiore a quello assegnato a ECDL completo.

COME SI OTTIENE LA PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER ECDL?
La Skills Card:
Il candidato deve acquistare da un qualsiasi Centro accreditato (Test Center), come la Genius Informatica di Veronica Ruggiero sas, una tessera (Skills Card), su cui vengono via via registrati gli esami superati. Il candidato non è obbligato a sostenere tutti gli esami presso la stessa sede e inoltre può scaglionarli nel tempo (la tessera ha una validità di tre anni). Anche l'ordine degli esami è a scelta del candidato. Quando ha superato tutti gli esami riceve la Patente (diploma) da parte dell'ente nazionale autorizzato ad emetterla (in Italia, l'AICA).

CONTATTACI PER ACQUISTARE LA TUA SKILL CARD
E PER SOSTENERE GLI ESAMI ECDL

* Tutti i corsi si svolgono presso l'Istituto G.B. de La Salle a Napoli (Materdei) e prevedonol un minimo di 6 partecipanti (ognuno con il proprio Pc).
Copyright © 2001-2009 - by Andrea Bobolini - P.I. 06298441210 - Tel. 328/9355720 - Ultimo Aggiornamento: 21 NOVEMBRE 2009